02/02/12

Non sono io sessista, è lei che è donna



Certo che se la sintetizziamo così ("La ragazza dell'Ariston che offende e donne") qualche passaggio logico potrebbe perdersi fra le ellissi e le sottigliezze linguistiche, e tutta la vicenda del servizio sessista di Mollica da Sanremo - protagonisti Morandi, Papaleo e la malcapitata Ivana Maratzova - rischia di essere capita ben poco.
E rischia di passare il solito assunto per cui è da una donna che fa vedere le tette che un'altra donna deve sentirsi offesa, non dagli uomini che le sbavano addosso; dalla donna che esce con la minigonna cortissima a cercarsela, non dall'uomo che la stupra.
Pare inutile puntualizzarlo, ma ad offendere le donne non è la ragazza, ma come questa viene trattata e come questo trattamento passi inosservato ai più, come se fosse naturale, dovuto, normalissimo.
Qui l'opinione di Lorella Zanardo in merito; qui di seguito il servizio.

3 commenti:

Castells ha detto...

Ciao,

ho visto un po' il tuo blog e mi é piaciuto abbastanza.
Io ho appena aperto uno di musica indie: www.indiefferenzia.blogspot.com

un saluto.

Anonimo ha detto...

a me invece nn piace per niente il tuo blog, scusa ma devo dirlo.
ciao.

Andrea Pomini ha detto...

amen

Cerca in Soul Food

Archivio