26/04/02

37. Wilson Pickett “In The Midnight Hour” 1965. (cd Atlantic/Rhino, usato, €7.75, AMG).
Primo album ufficiale del ragazzo di Prattville, Alabama, “In The Midnight Hour” raccoglie materiale registrato tra il 1961 ed il 1965 e in parte già uscito in quegli anni come singolo. Eterogeneo, dati i periodi e i musicisti diversi, il contenuto: dagli esordi con i Falcons, quartetto vocale in tipico stile pop/soul primi ’60, alle sessions newyorkesi seguenti che ne incominciano a formare il classico stile rhythm’n’blues, fino alle prime sessions in quel di Memphis agli studi Stax, con strumentisti di importanza cruciale. La chitarra di Steve Cropper, il basso di Donald “Duck” Dunn… li si conosce per “The Blues Brothers”, ma questi signori hanno definito un suono ed un’epoca, quella della Stax Records appunto, fondamentale per la storia della musica tutta. Ecco, proprio questi quattro brani valgono da soli l’acquisto del disco, perché anticipazioni di quello che di lì a poco arriverà in quantità (“The Exciting Wilson Pickett” per esempio, per restare nella produzione del Nostro, ma ogni cosa Stax va presa...) e perché grandi brani a prescindere: la monumentale title-track, il bluesaccio “That’s A Man Way”, la rilassata “I’m Not Tired” e soprattutto la torrida “Don’t Fight It”, quintessenza del rhythm’n’blues di quegli anni. I pezzi sono mescolati ma l’edizione, oltre alle solite note esaustive, comprende anche una tracklist alternativa per chi volesse l’ordine cronologico. Consigliata.

Nessun commento:

Cerca in Soul Food

Archivio