20/09/10

Anteprima / 23


"Vivevamo in una casina di sessanta metri quadri in cui io e lui dormivamo insieme nella stessa stanza, in due lettini quasi affiancati, e in un'altra microstanza stava Rigoni. Che faceva orari assurdi, si svegliava alle cinque del pomeriggio e tornava a casa alle sei di mattina. Più tutto un viavai di persone. Spesso non chiudevamo neanche la porta, c'era sempre qualcuno che ci chiedeva ospitalità e dormiva nel corridoio, perché il posto non c'era. Una tecnica molto buona inventata da Mimì, per svuotare la casa quando ce la ritrovavamo piena di gente, era di lanciare un 'Andiamo a bere una birra!'. Uscivamo tutti, noi ci bevevamo la birra al volo e ce ne tornavamo a casa da soli."

Nessun commento:

Cerca in Soul Food

Archivio