11/05/02

Non so se vi è mai capitato di prendere dieci minuti di permesso dal lavoro per andare a comprare un cd usato visto la sera prima ma non comprato perchè senza soldi. Se vi è capitato, siete miei amici. Due album degli Impressions su un solo cd per 10 euro non potevano aspettare.

42. The Great Deceiver "Cave-In" 1999. (mcd Bridge, nuovo, € 6.00, AMG).
Pur avendo suonato fino a qualche settimana fa in un gruppo di hardcore brutale tendente al metallo, ascolto davvero poca roba del genere. Di tanto in tanto, però, mi capita di mettere la mani su qualcosa di favoloso, ultimi in ordine cronologico i canadesi Black Hand. Non sono quindi un grosso esperto in materia, ma questi svedesi si aggiungono con prepotenza alla lista. Guidati dalla voce mostruosa si Tomas Lindberg, che i più capelloni tra voi ricorderanno nei campioni del death melodico At The Gates, The Great Deceiver inanellano riff micidiali e ritmi devastanti su un solido impianto hardcore-noise. Mai velocissimi nè prolissi, spesso inclini all’apertura melodica così come alle linee di chitarra lancinanti. Peccato che nella foto mostrino delle facce un po' da cazzo, il (fu) metallaro Lindberg soprattutto.

Nessun commento:

Cerca in Soul Food

Archivio