23/04/10

Caro, la nostra canzone!



Che ci volete fare, sono fatto così, mi colpiscono i dettagli tanto quanto il senso generale. Anzi, penso che senza i dettagli il senso generale non esista.
Per esempio, non mi stupisce per nulla la baracconata inscenata da Piersilvio Berlusconi per fare gli auguri alla sua fidanzata Silvia Toffanin, "sorpresa" mentre conduce la sua trasmissione su una delle reti di famiglia. Primo perchè in televisione si è visto ben di peggio, secondo perchè crescendo con un padre così uno per forza è abituato a fare il guappo, terzo perchè quando su qualcuno girano voci di omosessualità non gradite gli piazzano sempre una bonazza di fianco, quarto perchè magari si vogliono bene davvero.
Non mi stupisce nemmeno (1'15") la tettona del Grande Fratello che si commuove e piange senza freni, perchè da quelle tre puntate che ho visto della sua edizione del reality, lei è veramente così.
La vera macchia di sugo sulla camicia, e arrivo al dunque, è che per dare un sonoro a una scena che dovrebbe essere il massimo del romanticismo è stata scelta non Questo piccolo grande amore o Love Me Tender, non (teniamoci bassi) Più bella cosa non c'è di Eros Ramazzotti o Ti amo di Umberto Tozzi. Non una qualsiasi banalissima canzone fra le mille che da sempre in televisione accompagnano stucchevolmente questi momenti.
No. Quando entra Piersilvio con quei quattro fiori in mano (23") parte la musica che si sente quando entrano le pretendenti del tronista a Uomini e donne.

1 commento:

Fuzz ha detto...

Per fortuna è una persona "riservata"...Se non lo fosse avrebbero proclamato un giorno di festa nazionale!! Che amarezza....

Cerca in Soul Food

Archivio