02/01/09

E chi non canta resta a casa / 6

Per inaugurare l'anno nuovo, un altro post nella serie dedicata ai matrimoni insoliti fra cori da stadio e musica pop-rock di qualità. Ancora una volta, ad essere protagonisti sono i caldissimi e competentissimi tifosi dell'FC United Of Manchester, con una rielaborazione del classico di Woody Guthrie This Land Is Your Land. Sempre dedicato, come prevedibile, alle circostanze che hanno portato alla nascita del team.

This badge is your badge
This badge is my badge
Three stripes and three sails
Oh what a fine badge
They tried to take it
but we've replaced it
on the shirt of United FC

Qui i soliti, inarrivabili Red Rebels:


Qui Woody Guthrie (mai letta la sua autobiografia?):


Qui la versione di Johnny Cash:

3 commenti:

Igor ha detto...

FC United Of Manchester e Toro....
un grande amore per la maglia

complimenti per il blog

Francesco Santoro © ha detto...

Ciao Andrea!
Scopro solo ora il tuo bel blog.
Complimenti per i contenuti.

Condivido con te la passione per i particolari (sì, ho letto anche il tuo prezioso post "Lost in translation").

A riprova della mia pedanteria, ti segnalo che il brano di Guthrie s'intitola "This Land Is Your Land".
Oltre alle belle versioni da te proposte (quella originale di Woody e quella di Man In Black), ti propongo anche quelle eseguite da Bruce Springsteen (http://it.youtube.com/watch?v=1yuc4BI5NWU) e Tom Morello (http://it.youtube.com/watch?v=o2t_bA-kORs).

Personaggio unico Guthrie: tutti dovrebbero leggere la sua biografia (e tralasciare il pessimo biopic girato nel '76 con David Carradine nei panni del protagonista).

Mi suggerisci una buon libro su Guthrie? L'unico che ho letto è quello del prof. Alessandro Portelli (W.G. e la cultura popolare americana, 1990).

Ciao,
Francesco

Andrea ha detto...

ciao francesco!
grazie per la correzione sul titolo, provvedo a correggere anche il post!
su guthrie ho letto solo l'autobiografia, e la consiglio assolutamente.
ciao!
a.

Cerca in Soul Food

Archivio