27/12/02

130. The Temptations “Cloud Nine”/”Puzzle People” 1969/1969. (cd usato, Tamla Motown, € 6.00).
Già magnificati a dovere qualche mese fa (vedi archivio di settembre) per una esaustiva ed economicissima raccolta ed un intero album originale, ecco di nuovo i Temptations con quello che della loro produzione funk è forse l’album simbolo. “Cloud Nine” è puro godimento, con armonie vocali appunto da settimo cielo e il duo compositivo Whitfield/Strong a vergare gemme assolute quali la title-track o “Runaway Child, Running Wild”. La cover di “I Heard It Through The Grapevine” non è all’altezza di quella memorabile dei Creedence, ma è sempre un piacere da ascoltare.
Più sottovalutato, ma impostato sullo stesso canovaccio (funk potente alternato a soul), il seguente “Puzzle People”. Sono forse “I Can’t Get Next To You”, “Don’t Let The Joneses Get You Down” e i sei minuti di “Message From A Black Man” da meno? E i sette di “Slave” allora? Ecco da dove viene la memorabile versione che ne realizzò Derrick Harriott in Jamaica, cristo, uno dei miei pezzi preferiti! Pensavo fosse farina del sacco di Harriott -che peraltro la sottopone ad un trattamento dub-dance tribale da antologia- e invece risale ai Temptations… avrei potuto immaginarlo.
Due grandi album insomma. Su un solo cd, edito nel 1986, purtroppo privo di note se non quelle essenziali.

Nessun commento:

Cerca in Soul Food

Archivio